Home / Territorio / Punti d'interesse

S. Martino - Campi

Ambigue Giane, Santi e misteriose figure popolano i boschi attorno a S. Martino. Sono i personaggi delle leggende che, numerose, avvolgono questo sito archeologico. Si tratta di uno dei luoghi più affascinanti e ricchi di storia del territorio. Collocato sulla piana dell'Alto Garda a circa 800 metri di quota il sito archeologico di S. Martino si trova in una posizione strategica, vicina alle vie di transito che collegavano l'Alto Garda verso ovest e al territorio bresciano e verso nord alla zona alpina. 

I reperti, venuti alla luce a partire dal 1880, raccontano di un luogo frequentato già a partire dal III millennio a. C. I resti più importanti si collocano dalla seconda età del Ferro (VI-I sec. a.C., in particolare ivi tra il III e il I sec. a.C.) alla tarda età romana e testimoniano l'esistenza di un importante luogo sacro. Un culto della natura della fertilità in cui nell'età del Ferro si celebravano i passaggi esistenziali con roghi e offerte. In epoca romana il sito mantenne la sua sacralità diventando un santuario frequentato fino al III sec. d.C. Il ritrovamento di diverse statuette testimonia il culto per diverse divinità con preferenza per quelle femminili. Nel medioevo il sito si arricchì di un villaggio e di una chiesa, ristrutturata poi in epoca tardo medioevale e mantenuta attiva nei secoli successivi.
Il sito è raggiungibile in macchina (10 km da Riva del Garda, lungo la strada per Campi - Malga Grassi) e poi percorrendo per 15 min un sentiero nel bosco.

Maggiori informazioni www.archeosanmartino.it

 
Condividi su